<$BlogRSDUrl$>

May 11, 2006

Liberare Alaa: Guerriglia Digitale 

E' raro che una un comune cittadino da solo possa cambiare le decisioni prese da un governo autoritario. Ma se gli individui si organizzano e fanno rete per concentrare i propri sforzi, si puó ottenere molto di piú, soprattutto in questa etá dell'informazione.

Il prominente blogger egiziano Alaa Abd El-Fatah é stato arrestato dalla polizia egiziana durante una manifestazione pochi giorni fa, e ci sono pochi dubbi riguardo alle ragioni del suo arresto: é un oppositore del regime egiziano ed anche degli integralisti islamici.

Una campagna per la liberazione di Alaa é subito partita, anche attraverso il blog Free Alaa!. Finora la vicenda non era riuscita ad interessarmi piú di tanto, ma oggi ho letto questo post, nel quale Wretchard consiglia alla campagna per Alaa di impiegare tattiche di guerriglia digitale per massimizzare l'effetto. Il difetto di queste campagne é infatti che tendono ad essere dispersive, mentre quello che serve é radunare una forza ed attaccare (in modo non violento, naturalmente) uno o pochi bersagli selezionati per volta.

Parlando di Internet, l'attacco consiste di e-mail, telefonate, fax ed anche lettere cartacee di protesta. Ed anche Googlebombs, che nonostante il nome sono perfettamente legittime: in questo caso, la bomba é: googlebombingforalaa (leggere Wretchard per maggiori spiegazioni) Che nessuno si faccia tentare dallo spam, DOS o si metta afare l'hacker: queste pratiche sono illegali. L'ambasciata egiziana negli Stati Uniti é stata sommersa di e-mail, ed io propongo di fare qualcosa di simile.

Il mio piano d'azione ha due fasi principali:

Fase 1: Nelle giornate di Venerdí 12 e Lunedí 15 Maggio, tempestare di e-mail, ed eventualmente telefonate e fax l'ambasciata egiziana a Roma. Contatti:
Roma - Villa Savoia, via Salaria 267
Tel. 06/44234764 - 06/8440191- 06/84241896
Fax. 06/8554424 - 06/85301175
Email: ambegitto@pelagus.it

Ci sono anche diverse aziende italiane, soprattutto nel settore del turismo, che hanno strutture in Egitto ed organizzano viaggi verso questo paese. Quindi, ecco la

Fase 2: A partire dal giorno Martedí 16 Maggio, inviare e-mail agli operatori turistici italiani impegnati in Egitto. I siti di queste aziende sono non proprio prodighi di informazioni di contatto, ma sono riuscito a trovare qualcosa lostesso:
Alpitour - adriano.rosso@alpitour.it
Valtur - scrivi@valtur.it; 02 30099811
Costa Crociere - info@costa.it; 800 532853
Domina Hotels&Resorts - info@dominahotels.it; 02 550041

Tutte le informazioni riportate sopra sono state ottenute da aree Internet liberamente accessibili al pubblico.

Le lettere devono essere ferme ma educate e rispettose; e possibilmente contenere un link al blog Free Alaa!. Specialmente nel contattare l'ambasciata egiziana, penso sia meglio appellarsi alla storia passata dell'Egitto ed agli attuali apsetti positivi di questo paese piuttosto che prendere una posizione di intransigente superioritá.

Ed ora devo chiamare tutti a raccolta: Tocqueville; Neo-Lib; i miei amici (e non) bloggers e tutti i miei lettori perché partecipino a questa campagna, perché si possano trovare i numeri per lasciare il segno; per la libertá contro un governo oppressivo.

Aggiornamento 12/05: Finora hanno aderito Wellington e Robinik; anche Cantor é su posizioni simili. 21:35 GMT: Anche Sgembo e Lisistrata sono con me. 13/05: Pure No Way.

Comments:


Sottoscrivo e rilancio sul mio blog.
 

Perchè questo non succede mai, quando l'esercito sionista di occupazione arresta cittadini palestinesi a frotte, più o meno arbitrariamente?

Ah, già, perchè i palestinesi sono terroristi.

 

Cazzidui,

Come dichiarato nemico dell'Occidente e dell'Italia non sei benvenuto sul mio blog.

Ulteriori commenti che non aggiungano nulla di costruttivo saranno cancellati.

 

Ho aderito e segnalato anche io sul mio Blog, ciao!
 

aderisco e faccio mirror. ciao - v.
 

Ho linkato.

qui

 

Ho postato dove ho diritti di scrittura: su quartierelibertarian.splinder.com e ilbauledeltutto.splinder.com, per raggiungere più persone.

Ho pure spammato tutti i miei amici.

 

Grazie per le adesioni.

Quindi, l'operazione procede come pianificato: lunedì si scrive all'ambasciata egiziana, e martedì/mercoledì alle compagnie.

Di nuovo, niente di illegale.

 

Anch'io ho linkato e ho scritto due righe. Aderisco.
 

Ho aderito linkando Sgembo per il post che ha scritto sull'iniziativa...domani tornerò a scriverne...
 

Aderisco e ti linko al mio articolo in update!! Grazie.
Cantor

 

grazie por tu google bomb
 

Stasera il post su blogroll (Radio Radicale): http://www.radioradicale.it/?q=rubrica/e=94

ciao

 
Post a Comment

This page is powered by Blogger. Isn't yours?